Libreria Liana di Ettore Sottsass

Abbiamo”scovato” un pezzo unico, speciale, autentico; la libreria Liana disegnata da Ettore Sottsass per Meccani e disponibile su owo. Questa non è design Liana bookcase Ettore Sottsass for Meccanima è un’ opera d’arte,  introvabile;   l’aggiudicazione più recente è  di Eur 24.784 battuta da Tajan Parigi a 4 volte il valore d’ asta o da Wright proposta con una base d’ asta  di 18000 USD.

La libreria Liana è una libreria asimmetrica realizzata in rovere, acero, mogano  e vetro; come tutti i pezzi di Sottsass si possono trovare solo in galleria specializzate o in manifestazioni come Art Basel, sia a Basilea che a Miami.

Rispetto alla libreria Carlton prodotta dal gruppo Memphis, la libreria Liana è  stata realizzata in pochi esemplari e non è più in produzione.

Nato a Innsbruck, laurea in architettura al Politecnico di Torino (1939), Sottsass inizia l’attività professionale a Milano. Responsabile del settore Computer Design per Olivetti di Ivrea (1958) progetta tra l’altro la macchina da scrivere portatile Valentine (1969) in collaborazione con Perry King, oggi al Moma di New York; l’esemplare di colore rosso, scambiato in asta online da Artnet.com l’11 aprile 2000, è stato aggiudicato per 809$, al doppio della stima. Premiato con l’ambito Compasso d’Oro (1970) per l’elaboratore elettronico G 120, Sottsass ha preso parte a numerose Triennali di Milano e, come fautore del nuovo design, ha aderito alla fine degli anni ’70 al movimento Global Tools. Nel 1980 fonda lo studio Sottsass Associati, tuttora attivo e Memphis nel 1981. Invitato alla Biennale di Venezia (1976) ha esposto, tra l’altro, al Centre Pompidou di Parigi (1994).

 

TAGS:
ettore sottsass  meccani  memphis