Arflex

Arflex_icon

Nel 1947 un gruppo di tecnici Aldo Bai, Pio Reggiani, Aldo Barassi, provenienti dalla Pirelli e un giovane architetto Marco Zanuso iniziarono a sperimentare l'uso della gommapiuma e dei nastri elastici per l'arredamento. Ispiratore dell'operazione è Marco Zanuso, uno dei primissimi architetti ad interessarsi dei problemi dell'industrializzazione del prodotto, dall'applicazione dei nuovi materiali alle nuove tecnologie. Arflex è sinonimo di icone: alcuni pezzi arflex fanno parte delle collezioni permanenti di musei dedicati al design: MoMa di New York ( Gaia, Lady ) Collezione permanente The Chicago Athenaeum ( Dune ) Triennale di Milano ( Fiorenza, Martingala, Strips, Delfino, Boborelax, Lady, Antropus, Bicia ) Triennale di Tokyo museo permanente ( Lady, Fiorenza ) Museo dell'arredo contemporaneo di Ravenna ( Lady, Martingala, Fiorenza, Antropus, Tripoltrona, T-line, Felix, Privè, O-line, Triennale, Strips, Bicia )

Arflex_image
  • DIVANO STRIPS
    DIVANO STRIPS
    Arflex
    3,593.00 €
  • DIVANO STRIPS MODULARE
    DIVANO STRIPS MODULARE
    Arflex
    2,600.00 €
  • BOBORELAX
    BOBORELAX
    Arflex
    3,000.00 €
  • DIVANO BOBO
    DIVANO BOBO
    Arflex
    2,200.00 €